News

immagine articolo PCTO

Alla scoperta della Posidonia Oceanica

Si è concluso il percorso progettuale della classe IV^ E del liceo Vittorino Da Feltre, organizzato dalla Fondazione Michelagnoli, alla scoperta delle tante peculiarità che la Posidonia, pianta marina dalle lunghe foglie a nastro, riveste nello scenario mediterraneo.

Spesso erroneamente scambiata per alga, la Posidonia è la pianta acquatica endemica più importante del Mar Mediterraneo, in grado di colonizzare i fondali marini formando vaste praterie.
Giuseppe Denti del CNR-IRSA ha mostrato con belle immagini come tra le ricchissime praterie di Posidonia trovano riparo e nutrimento crostacei, pesci e molti altri organismi marini: un importante serbatoio di biodiversità marina stimata nel 25% delle specie marine mediterranee.

escursione sul mare
Posidonia spiaggiata.

La Posidonia oceanica riveste un’enorme importanza per la salute del mare e dei litorali perché col suo intreccio di rizomi, radici e sedimento intrappolato, consolida i fondali e contrasta l’erosione costiera: un metro quadrato di posidonieto che regredisce causa l’erosione di circa 15 metri di litorale sabbioso. La Posidonia svolge un ruolo fondamentale anche da morta, quando le sue foglie, che cadono come qualsiasi altra pianta terrestre, arrivano sulle spiagge in seguito a mareggiate e formano accumuli anche imponenti, chiamati banquettes. La Posidonia spiaggiata non è assolutamente da considerare un rifiuto ma una componente naturale del litorale che protegge le spiagge dalle mareggiate e dall’erosione.

È una pianta marina in grado di produrre grandi quantità di ossigeno (un metro quadrato di posidonieto ne produce 10-15 litri al giorno). Questa caratteristica è molto importante dal momento che il riscaldamento globale sottrae ossigeno all’ecosistema marino, per cui i posidonieti rappresentano una sorta di grande polmone marino.

È inoltre in grado di intrappolare grandi quantità di carbonio e quindi di sottrarre grandi quantità di anidride carbonica dall’atmosfera, contribuendo a mitigare i cambiamenti climatici.
Negli ultimi decenni, le praterie sono state fortemente minacciate da pressioni antropiche, come l’inquinamento delle acque, la realizzazione di opere costiere, la posa di cavi e condotte sottomarine, la pesca a strascico, l’ancoraggio indiscriminato, e dai cambiamenti climatici.

Si è così determinata la perdita di porzioni importanti di posidonieti e in generale la regressione della prateria di Posidonia.
Per recuperare le praterie degradate oggi si effettuano tentativi di trapianto di Posidonia, cercando così di di risolvere la forte regressione delle praterie in tutto il bacino del Mediterraneo e rigenerare gli ecosistemi danneggiati, tutelare la biodiversità e contrastare i cambiamenti climatici.
Molto interessante è stata l’escursione degli studenti, guidata dal dott. Giuseppe Denti del CNR-IRSA, sul litorale ionico, per osservare i diversi reperti vegetali portati dal mare sulla battigia, imparando la differenza tra un’alga ed una pianta sottomarina e le banquettes di Posidonia spiaggiata.

Osservazione sul campo...
... con l'aiuto del ...
... microscopio digitale

A conclusione del PCTO si può trarre un importante risultato: la certezza che gli studenti abbiano maturato una diversa percezione riguardo la presenza di Posidonia nei nostri mari e che la posidonia spiaggiata non deve essere in nessun caso mai assimilata ad un rifiuto.

Hanno appreso che per rendere fruibile e gradevole la spiaggia nella stagione balneare si deve escludere la rimozione della Posidonia spiaggiata e il suo conferimento in discarica. Per la tutela dell’ecosistema spiaggia occorre adottare il modello di spiaggia ecologica che ne prevede lo spostamento alla base della duna, oppure l’interramento sulla battigia o l’accumulo temporaneo in un’area limitrofa.

Gli allievi, assistiti dal tutor interno prof.ssa Maria Bondanese, a conclusione del PCTO hanno realizzato un elaborato riassuntivo finale consistente in una interessante presentazione powerpoint.


Stampa  

Ti potrebbe interessare anche...