Il documento programmatico del workshop

Il documento programmatico del workshop

A conclusione dell’interessante Workshop "Capodogli e delfini dei nostri mari. Criticità e strategie di protezione" è stato presentato un documento programmatico “La carta di Taranto (Taranto chart)” che ipotizza la istituzione di un’Area Marina di Attenzione Precauzionale per i cetacei, individuata nelle acque interne del Golfo di Taranto racchiuse dalla congiungente Santa Maria di Leuca – Punta Alice.

In quest’Area, fermo restando l’applicazione delle norme giuridiche vigenti in materia di protezione dell’ambiente marino e delle specie ittiche, si dovrebbe condurre la navigazione di navi mercantili e militari e di imbarcazioni da diporto e da pesca in modo da ridurne l’impatto sui cetacei; contenere entro i limiti definiti dalla Strategia Ambientale Marina le emissioni sonore sottomarine, evitando l’uso di attrezzature che prevedono emissioni pericolose per i cetacei; elaborare un piano per la valutazione delle emissioni sonore già presenti o in fase di realizzazione, comprese quelle derivanti dall’installazione di parchi eolici; condurre le attività di osservazione turistica di cetacei secondo i codici di autoregolamentazione raccomandati da ACCOBAMS.


Stampa   Email

Ti potrebbe interessare anche...