Taranto Port Center

Taranto Port Center

La Fondazione, nell’ambito dei propri scopi statutari, ha manifestato all’Autorità Portuale di Taranto interesse a sviluppare uno studio di prefattibilità per la realizzazione di un Centro didattico espositivo dedicato alla valorizzazione del porto e alla promozione della cultura portuale e marittima. L’iniziativa progettuale, elaborata dalla Fondazione, mira a favorire la conoscenza del porto, della sua evoluzione e dei futuri progetti di espansione, per dare più ampia visibilità al Porto e alla sua funzione economica e sociale, comunicare le sue potenzialità e accrescere la collaborazione con gli attori locali (pubblico e privato, porto e territorio).

 

Taranto Port Center

Centro per la divulgazione della cultura portuale e marittima

Feel and learn the port, the sea and Taranto by communicating and educating

Scopo
il Centro ha lo scopo di aumentare il valore della conoscenza, visibilità e riconoscimento del Porto e del mare di Taranto
  • promuovere la cultura del mare, con particolare riferimento alla cultura portuale e marittima, alle tecnologie e ai lavori ad essa collegati, in uno spirito di valorizzazione dell’immagine di Taranto, del suo mare e del suo porto.
  • mettere in comunicazione il porto, il territorio e la comunità
  • promuovere Taranto come “città di mare”
Obiettivi
Favorire la conoscenza del mondo portuale e marittimo, comprendere e interpretare la realtà del porto e in particolare far conoscere il Porto di Taranto attraverso:
  • installazioni multimediali e interattive e tecnologie coinvolgenti che consentano una visita virtuale del porto con collegamenti in tempo reale sul traffico portuale, rotte e percorsi delle merci.
  • organizzazione di visite guidate alle realtà operative e professionali del porto, a strutture e attività produttive nell’area portuale.
  • realizzazione di materiale divulgativo, sito internet e network con analoghi centri di divulgazione europei ( Genoa Port Center, Futureland, AIVP Association Internationale Ville et Ports, Hands-On International ecc.)
Favorire per i giovani la possibilità di accedere ad esperienze formative e di orientamento particolari e promuovere la vocazione per le carriere rivolte al mare e alla logistica portuale attraverso:
  • simulatori dei processi operativi del porto
  • promozione di incontri con gli operatori marittimi della città per illustrare il lavoro, le competenze e il percorso formativo e professionale in ambito portuale conoscenza del lavoro marittimo portuale della realtà tarantina e del lavoro marittimo a bordo delle navi.
  • conoscenza delle problematiche legate al dragaggio, al distripark, alla piastra logistica, alla intermodalità, alla sicurezza marittima avendo come riferimento per questo obiettivo i percorsi di studio esistenti presso Istituti ed Università del territorio per garantire la coerenza dei messaggi e delle informazioni
Il Centro inoltre sarà dotato di una componente didattica espositiva permanente per iniziative educative e culturali rivolte a studenti, insegnanti, genitori e ai cittadini in generale perché scoprano il porto e la sua funzione economica e sociale e il mare come “risorsa” per lo sviluppo di Taranto.
  • promuovere la cultura e il rispetto del mare attraverso incontri di educazione ambientale marina per accrescere la consapevolezza generale dei problemi ecologici legati al trasporto marittimo e ai bacini portuali.
Corredo espositivo/divulgativo
filmati in 3D realizzati per descrivere le caratteristiche strutturali e operative del porto
Visioni interattive
  • serious Games (giochi per l’apprendimento)
  • modello 3D virtuale del porto di Taranto che:
    • sia interattivo per consentire la visita virtuale del porto, con diversi punti di vista simulati dal volo di un gabbiano, dallo scorrazzare di un topolini o dal nuoto di un delfino;
    • sia impiegabile come visualizzatore per la simulazione delle attività del porto come:
      • simulazione dell’ingresso in porto di una nave o di una porta container,
      • simulazione delle manovre dei piloti, dei comandanti, dei rimorchiatori, degli ormeggiatori
      • simulazione e gestione delle operazioni di carico/scarico
      • simulazione e gestione della movimentazione delle merci
      • simulazione dei controlli dei container in arrivo
      • simulazione attività di dragaggio
  • sia impiegabile per giochi di ruolo che permettano di analizzare le conseguenze di scelte logistiche di medio/periodo (vedi SIMPORT)
  • sia completo e modificabile per verificare l’impatto di eventuali progetti di varianti e ristrutturazioni.
  • sia modulare per avere versioni semplificate del modello che possano essere usate per finalità diverse
Tecnologie
Ausili multimediali interattivi e avanzate tecnologie di comunicazione costituiranno la base per la fruizione del corredo divulgativo ed esplicativo delle esposizioni e per stimolare una più approfondita conoscenza e rendere attrattive le rappresentazioni.
Dispositivi tecnologici, sistemi interattivi touch screen, tappeti interattivi e proiezioni immersive permetteranno al visitatore di esplorare il tema proposto, approfondire, manipolare immagini ed esplorare oggetti.
Il Centro si inserisce in quella strategia di valorizzazione in chiave turistica del porto e del territorio con un’efficace azione di promozione territoriale e, dal punto di vista occupazionale, può indurre la nascita di piccole cooperative per la gestione dell’accoglienza o per servizi indotti.
 
Sinergie
Il Centro attiverà sinergie e collaborazioni con le Università e i Centri di ricerca oltre che con le realtà economiche, professionali e istituzionali del territorio
Struttura
La struttura architetturale del Centro potrà essere basata sul recupero del container come ad esempio PUMA City, Shipping Container Store progettato dalla LOT-EK 24 container messi insieme per creare un negozio di 11.000 piedi quadri con bar e terrazze.
Esperimenti ecosostenibili, attraverso il riutilizzo e il riadattamento di oggetti industriali e sistemi tecnologici esistenti che guardano con attenzione a metodi innovativi di conservazione dei materiali e di energia. Una green philosophy che non dimentica il design.

 


Stampa   Email

Ti potrebbe interessare anche...

Le Autorità portuali

Le Autorità portuali

La riforma portuale

La riforma portuale

La moderna portualità

La moderna portualità